Pagamenti online, quali rischi per l’esercente?

Una transazione fraudolenta è l’utilizzo illecito della carta di pagamento di un’altra persona, i cui dati sono stati carpiti mediante clonazioni, furto fisico, phishing.

Ripudio dell’addebito

Il titolare di carta di pagamento utilizzata in maniera fraudolenta può tutelarsi non riconoscendo l’addebito disposto sulla carta. Si parla in questo caso di ripudio dell’addebito. In questa situazione l’onere di accreditare il titolare di carta spetta all’esercente.

Strumenti di tutela

Gli strumenti di tutela e prevenzione disponibili nel mondo fisico non sono infatti replicabili nell’ambito dell’ecommerce:


Il pagamento nel mondo fisico

Durante l’acquisto con carta di credito tramite POS fisico l’esercente ha la possiiblità di tutelarsi e prevenire eventuali frodi:

  • verificando l’identità del possessore di carta richiedendo un documento
  • tramite la lettura del chip e l’autenticazione del titolare mediante l’inserimento del PIN associato alla carta

Il pagamento nel mondo virtuale

Il titolare di carta accede al sito dell’esercente per effettuare un acquisto on line.

  • Per effettuare il pagamento il titolare di carta inserisce i dati dello strumento su sito dell’esercente o viene re-direzionato sulla pagina predisposta dall’acquirente per l’inserimento dei dati.
  • Dopo aver richiesto autorizzazione alla banca Issuer, l’acquirente comunica l’esito ad esercente e titolare.

Online quindi non è possibile verificare che sia l’effettivo titolare della carta a effettuare l’acquisto. In caso quindi di ripudio della transizione andata a buon fine sull’eCommerce da parte del titolare della carta, sarà l’esercente a doverlo riaccreditare. Per evitare questo rischio l’esercente può adottare alcuni protocolli di sicurezza, in maniera da ridurre il rischio di utilizzo fraudolento di carte di credito sul proprio eCommerce:

  • Crittografia browser e trasporto criptato
  • CVV e data di scadenza
  • Protocolli di sicurezza
  • Analisi multidimensionale e comparazione di informazioni rilevanti: Nazionalità carta; indirizzo di spedizione; nazionalità acquirente; quantità di merce acquistata; importo della transazione.

Per approfondimenti: Banca Sella Sicurezza – Prevenzione come strategia vincente

 

Responsabile Economia Digitale Territorio Nord Est presso Banca Sella Spa

LinkedIn